Procida

«Le rotte ci portano in un luogo, Procida. Potenza di immaginario e concretezza di visione ce la mostrano come capitale esemplare di dinamiche relazionali, di pratiche di inclusione nonché di cura dei beni naturali.»

Procida è la Capitale italiana della Cultura 2022. È la prima volta che un’isola si fregia dell’ambita nomina, conquistata con un progetto innovativo dal titolo fortemente evocativo: “La cultura non isola”.

Perla tra le perle partenopee, estremo lembo del Golfo delle Sirene, Procida è una destinazione che accoglie in un abbraccio caldo e variopinto chiunque approdi sulle sue coste.

Una volta sbarcati, gli occhi si riempiranno di meraviglie naturali, le orecchie di racconti sospesi nell’eternità, il cuore di emozioni uniche, la mente di ricordi indelebili.
La sua bellezza è stata cantata in libri e film indimenticabili, musa ispiratrice di storie che hanno fatto il giro del mondo, dal capolavoro di Elsa Morante, L’isola di Arturo, alle celebri scene de Il postino, con l’immenso Massimo Troisi.

Gioiello poggiato sull’acqua, Procida è un susseguirsi di case colorate, antichi palazzi, chiese e monumenti, scorci mozzafiato, profumati limoneti e verdeggianti vigneti.

Qui potrete assaporare i ritmi lenti di una popolazione che ha mantenuto intatte le tradizioni e la vocazione alla semplicità e alla bellezza.

La meta ideale per gli amanti della quiete e del turismo esperienziale, apprezzata dai visitatori di tutto il mondo per i suoi scenari da cartolina, le spiagge sabbiose e il mare blu, le insenature, i sentieri e le pittoresche stradine, la natura che esplode tutt’intorno e un proverbiale fascino senza tempo.

Un gabbiano artiglia l’orizzonte prima che si rapprenda. Il blu irrompe nel confine oltre il quale prende fuoco una stella.

Iosif Brodskij

Località

Luoghi

Spiagge

Incredibilmente legata alle sue tradizioni, la comunità procidana partecipa con trasporto e passione a tutti gli avvenimenti che sintetizzano la storia religiosa, contadina e marinara dell’isola.

L’evento tradizionale di maggior rilievo è la celebre processione del Venerdì Santo, un rito antichissimo in cui folklore e arte si mescolano per dare vita a uno spettacolo unico, reso ancor più magico dagli incredibili scorci che regala Procida.

Appuntamento immancabile dell’estate procidana da oltre mezzo secolo è, invece, la Sagra del Mare, che coinvolge personaggi del mondo della cultura, dello spettacolo e dell’arte, concludendosi con l’elezione della Graziella, tra le più note e apprezzate feste in costume, in Italia e all’estero.
La rete di trasporti marittimi collega Procida con le isole del golfo di Napoli, e con la terraferma, nei porti di Pozzuoli e Napoli.

Per quanto riguarda il trasporto via terra, le linee bus collegano l’isola in tutti i suoi punti principali, consentendo in un quarto d’ora, di spostarsi agevolmente anche da un capo all’altro dell’isola.

Per ulteriori informazioni, numeri utili, orari di apertura e chiusura di bar, ristoranti, uffici e negozi, scaricare l’app Procida Island.

    Invia un messaggio





  • Prenota